24 Apr, 2017

#esplorandoAversa 2° tappa

Ciao esploratori, continuiamo il nostro viaggio nella città di Aversa. La nostra seconda tappa sarà dedicata alla quasi sconosciuta fermata della ex ferrovia Alifana nei pressi di Porta Napoli (Arco dell’Annunziata). Molti di voi si staranno chiedendo di cosa staremo mai parlando dato che oggi la fermata si presenta come una struttura un po’ vecchia e nascosta. Eppure siamo sicuri che ognuno di noi, almeno una volta, ci sia passato vicino o ci abbia addirittura parcheggiato l’auto negli spazi adiacenti ad essa.

La stazione apparteneva alla cosiddetta “ex Ferrovia Alifana bassa Napoli-Giugliano-Santa Maria Capua Vetere” che univa Napoli ai piedi del Matese ricoprendo cosi un’

area vasta della Campania. Dopo anni di progetti non terminati, finalmente il 30 marzo 1913 ci fu l’inaugurazione con la tratta Napoli piazza Carlo III-Santa Maria CV- Capua. L’ultimo tratto venne aperto il 5 Ottobre 1914 con l ‘inaugurazione della stazione di Piedimonte di Alife (da qui la denominazione Alifana dell’intera tratta).

Il treno arrivava ad Aversa attraverso una stradina di campagna “vico Cappuccini” giungendo poi alla stazione principale a Porta Napoli. Questa non fu l’unica fermata ad Aversa dato che nel dopoguerra, in seguito alla costruzione dell’Ippodromo, fu costruita un’altra stazione nei pressi di Viale Olimpico denominata appunto “Aversa Ippodromo”. La stazione di   Aversa era considerata una delle principali dell’intera tratta poiché serviva un gran bacino d’utenza e soprattutto perché era situata in ottima posizione: scendendo li, infatti, ci si ritrovava in centro città, accolti dall’imponente simbolo di Aversa: l’Arco. La stazione stessa era dotata di un edificio viaggiatori a due piani e di un piccolo scalo merci.

Dopo la chiusura della ferrovia, purtroppo l’intera area rimase abbandonata cadendo in stato di degrado fino a quando fu ripulita solo l’area adiacente creando il parcheggio di cui tutti oggi usufruiamo. Per quanto riguarda l’edificio, su cui è ancora ben visibile l’insegna che indica la località, lo stato di abbandono continua tutt’oggi perché, essendo esso appartenente alla Gestione Commissariale delle Ferrovie, il comune non può intervenire per la sua bonifica.

Ancora oggi è possibile scorgere qualche tratto di binari di questa antica linea ferroviaria che, ormai l’avrete capito, altro non è che l’antenata della moderna metropolitana che continua ad unire Napoli con Piedimonte, passando per Aversa con le sue tre fermate Aversa Ippodromo-Aversa Centro- Aversa 167. Concludiamo cosi la seconda tappa del tour dandovi appuntamento alla prossima!

                                                            …zaino in spalla esploratori, il viaggio continua…

 

Trackback URL: http://www.ilviaggiodihermes.it/index.php/2017/04/24/esplorandoaversa-2-tappa/trackback/

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *